Genovese napoletana. – Ricetta

Genovese Napoletana - Ricetta - Fefa Homemade

La genovese napoletana è un classico della cucina della mia Regione, a base di cipolle (ramate o rosse) e carne. Le ipotesi sulle origini del nome sono davvero tante: c’è chi pensa derivi dai rapporti commerciali e culturali con Genova e chi, invece, riconduce il nome ad un cuoco chiamato “o genovese” perché il suo ristorante si trovava in una zona del porto dove attraccavano le navi provenienti da Genova.

Qualunque sia la sua origine, la genovese napoletana resta un piatto imperdibile, da gustare rigorosamente con gli ziti spezzati! Vediamo insieme come realizzarla! 🙂

Genovese Napoletana - Ricetta - Fefa Homemade

Ingredienti (x5 persone)

1,5kg di cipolle ramate o rosse;
1kg di spezzatino di carne;
1 carota;
sedano q.b.;
10 cucchiai di olio;
500g di ziti spezzati;*
parmigiano reggiano.

*Gli ziti sono la pasta tipica abbinata in Campania alla genovese napoletana. Se doveste avere difficoltà a trovarla, potete sostituirla con altra pasta come i rigatoni o i paccheri.

Procedimento

Affettate sottilmente le cipolle e ponetele momentaneamente in una scolapasta. Una volta tagliate tutte, lasciatele per mezz’ora sotto un filo di acqua fredda (questo passaggio smorza un po’ il sapore della cipolla e le rende più digeribile).

Passata la mezz’ora, versate le cipolle in una pentola con l’olio, la carota e il sedano tritati grossolanamente. Fatto questo, riempite la pentola d’acqua fino a coprire le cipolle e aggiungete lo spezzatino di carne. Mettete il tutto su fiamma media e iniziate a cuocere, mescolando di tanto in tanto.

Non coprite con il coperchio, altrimenti l’acqua non si asciugherà mai. A metà cottura assaggiate e aggiustate di sale la genovese napoletana, poi continuate la cottura. Se avete fretta, potete tenere la fiamma un po’ più alta per far sì che l’acqua si asciughi per tempo. In caso contrario, lasciate cuocere per almeno 5/6 ore.

Io, ad esempio, l’ho cotta dalle 18 alle 22 (l’acqua arrivava a metà pentola ormai). Poi ho coperto con il coperchio la pentola e ho ultimato la cottura il giorno dopo, per un’altra ora e mezza circa.

Genovese Napoletana - Ricetta - Fefa Homemade

A fine cottura l’acqua dovrà essere sparita del tutto (o quasi, in base ai vostri gusti. L’importante è che la genovese non sia “brodosa”), le cipolle dovranno aver assunto un colore marroncino e una consistenza simile alla marmellata e lo spezzatino dovrà risultare molto morbido al taglio.

Per i tuoi pranzi domenicali

prova anche la ricetta degli

gnocchi al tegamino.

Una volta pronta la genovese napoletana, cuocete gli ziti spezzati in un’altra pentola. A cottura ultimata scolate e condite la pasta con il sugo e, se vi piace, con parmigiano grattugiato. Infine, gustatela in tutta la sua bontà! E se proprio volete rispettare la tradizione napoletana.. è d’obbligo fare anche la scarpetta con il pane!

E se dovesse avanzare? Congelatela senza problemi (una volta raffreddata completamente) e conservatela per una prossima domenica.

Provate la ricetta e non dimenticate di condividere con me il risultato, usando l’hashtag #fefahomemade oppure taggandomi su Instagram o Facebook! Aggiungerò la foto all’album dedicato alle ricette da voi rifatte.

Alla prossima ricetta,
Fefa

Condividi la ricetta sui social

Lascia un commento

quattro + diciassette =