Crostata Wafer – Senza Cottura – Ricetta

In questi giorni avevo voglia di testare il mio nuovo stampo per crostate rettangolari con fondo estraibile! E quale modo migliore se non realizzando questa golosissima crostata wafer? È un dolce che ho scoperto acquistando il primo numero della rivista di Giallo Zafferano e che non vedevo l’ora di provare! Ho modificato le dosi di cioccolato all’interno della crema, perché avevo diverse uova di Pasqua da smaltire tra cui una alle nocciole, e decorato la mia crostata wafer con quadratini Loacker e nocciole invece di utilizzare fragole e cioccolato fondente fuso come suggerito.

Lo stampo da me adoperato è di 35,5x10cm e l’ho acquistato da Kasanova. Se non avete uno stampo con fondo estraibile o rettangolare, potete anche utilizzare un classico ruoto circolare da 20cm, avendo cura di ricoprire il fondo con carta forno! Ma vediamo insieme la ricetta 🙂

Crostata Wafer - Senza Cottura - Ricetta - Fefa Homemade

INGREDIENTI (crostata wafer x8 persone)

250g di biscotti wafer;*
125g di burro; (io uso quello vegetale)
150g di cioccolato al latte;
100g di cioccolato al latte con nocciole;**
125g di cioccolato fondente;
150ml di panna per dolci;
125g di mascarpone;

Per la decorazione

Quadratini Loacker q.b.;
Nocciole intere q.b.

*Io ho preso dei wafer Dark, ma potete anche utilizzare quelli alla nocciola.
**Non prendete le barrette con le nocciole intere, ma quelle con le nocciole tritate (tipo quella della Milka).

Crostata Wafer - Senza Cottura - Ricetta - Fefa Homemade

PROCEDIMENTO

Frullate i wafer e il burro fino ad ottenere un composto omogeneo. Se il vostro frullatore non riesce a mixare tutto in una volta, ripetete più volte il passaggio mettendo al suo interno parte dei wafer e un po’ di burro. Versate il composto ottenuto all’interno del vostro stampo e ricoprite la base in maniera omogenea, aiutandovi con le mani o con un cucchiaio (foto 1). Fate si che i bordi siano leggermente più alti del centro, di modo che contengano la crema che verserete successivamente all’interno. Fatto questo, ponete lo stampo in freezer per almeno 10/15 minuti.

Intanto, passate alla preparazione della crema: mettete in un pentolino il cioccolato al latte, quello alle nocciole, quello fondente e la panna e lasciate sciogliere a bagnomaria su fiamma bassa (foto 2). Una volta ottenuto un composto omogeneo lasciatelo intiepidire e, successivamente, incorporate il mascarpone aiutandovi con un cucchiaio di legno (foto 3). A questo punto riprendete il ruoto dal freezer e versateci sopra la crema ottenuta (foto 4). Se volete decorare la vostra crostata wafer con i quadratini Loacker e le nocciole, come ho fatto io, fatelo ora che la crema è ancora morbida (foto 5 e 6). Successivamente rimettete la crostata wafer in frigo a solidificare per altri 30 minuti. Una volta passato il tempo necessario, estraetela dallo stampo, tagliate a fette e tuffate il cucchiaino in questo concentrato di bontà! E se dovesse avanzare qualche fetta, potete conservarla in frigo 🙂

Crostata Wafer - Senza Cottura - Ricetta - Fefa Homemade

Con questo dolce stupirete tutti in pochissimo tempo.. potete prepararla anche il giorno prima, conservandola in frigo dopo essere passati i 30 minuti di assestamento in freezer! 🙂 Se provi a realizzare la tua crostata wafer ricordati di condividere con me il tuo risultato, usando l’hashtag #fefahomemade oppure taggandomi su Instagram o Facebook! Aggiungerò la foto all’album dedicato alle ricette da voi rifatte.. ????

Alla prossima ricetta,
Fefa
Condividi la ricetta sui social

2 comments / Add your comment below

  1. Wow!!! Ho preso anche io da poco lo stesso stampo, ma su Amazon, è questa mi sembra un’ottima idea per inaugurarlo ???? A casa però non amiamo particolarmente il cioccolato al latte…è un problema se mi indicassi cosa suggerisce la ricetta originale? Ti ringrazio in anticipo ????

    1. Ciao Sabrina, la ricetta originale portava comunque tra gli ingredienti il cioccolato al latte.. io ho sostituito parte della dose con quello alle nocciole! Puoi provare ad aumentare la dose di fondente e diminuire quella al latte, se non lo preferite 🙂

Lascia un commento

sette + dodici =